Come affrontare psicologicamente il post transfer: i miei deliri!

No non preoccupatevi…non sto qui certamente a farvi la predica sul modo migliore di affrontare il post transfer. Sarei la persona più sbagliata, intanto perché non sono di certo “del campo” e poi perché io l’affronto sempre nel modo sbagliato.

Infatti questo vuol essere più che altro un promemoria per la sottoscritta dato che essendo ancora abbastanza lontano sono piuttosto lucida per sapere cosa “è giusto” e cosa “non è giusto” fare.

Partiamo dal principio che sono ben consapevole di come la psiche influisca sul nostro corpo….non nel senso che “basta non pensarci e allora gli embrioncini si attaccheranno”……ma piuttosto come “cerca di stare rilassata perché altrimenti ti fai venire un esaurimento nervoso che potrà non incidere sull’attecchimento ma sulla tua salute mentale”! 

Che poi in realtà io reagisco sempre malissimo al post transfer: nervosa come non mai (non mi parlate se no attacco), negativa al massimo (non sarà andata) e con il pensiero fisso (ci siete o non ci siete).

Sul nervosismo più di tanto non ci posso lavorare: è una cosa che non controllo e che mi nasce spontanea. Al più posso prendere una camomilla o se lo stress è forte una pillolina di valeriana e via!

Negatività: io sono di quelle che preferisce pensare negativamente così se effettivamente le cose vanno male “me lo aspetto” e se invece vanno bene è una sorpresa. Beh…parliamoci chiaramente…sono stronxxx. Perché in realtà anche quando sono convinta che andrà male al test negativo sto di schifo…e allora a questo punto la prossima volta sapete che faccio? Penso che andrà bene e chissà che non mi tiri addosso un pò di positività!

E infine il pensiero fisso…..anche questo non posso cambiarlo, ovvio. Se desiderate una cosa che non arriva come fate a smettere di pensarci?. L’unica cosa che posso fare è cercare di tenermi impegnata il più possibile con il lavoro.

Queste sono le mie buone intenzioni…..saprete se ci riuscirò oppure no.

P.S.: nel frattempo la clinica mi ha dato appuntamento per Lunedì 2 Marzo ore 14.30 per la prima eco di monitoraggio!

Annunci

4 thoughts on “Come affrontare psicologicamente il post transfer: i miei deliri!

  1. Credo che sentirsi così sia assolutamente normale…concordo sulla soluzione di tenere la mente occupata il più possibile con il lavoro e con qualsiasi altra cosa ti impedisca di pensare!!! Un abbraccio forte!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...