12/11/2015: sono nato!

Eccomi finalmente a scrivere due parole sul giorno più emozionante della mia vita…quello della nascita di Miracolino!!

Ebbene si è nato….in questi giorni è stato impossibile aggiornare il blog e me ne dispiaccio ma so che capite. Adesso Lui dorme..non so ancora per quanto quindi questo potrebbe essere un post “a puntate” o magari mi lascia scrivere prima della prossima poppata!

Vi voglio avvertire che se siete molto impressionabili non è il caso che leggiate oltre perché purtroppo l’ansia e la paura non mi hanno fatto vivere il tutto serenamente.

Mercoledì 11 Novembre: come previsto andiamo all’aeroporto a prendere i miei Genitori e mia Sorella e poi direttamente dal Gine per il tracciato. Stavolta si evidenziano delle contrazioni anche abbastanza forti che anche io sentivo. Quando entriamo dal Gine mi conferma che il giorno dopo posso andare a partorire. Le opzioni sono due:

  • andare quella sera stessa in clinica e farmi indurre il parto
  • andare l’indomani mattina presto e procedere con cesareo.

Mi dice che secondo Lui tentare il naturale è un “rischio” in quanto il Bambino si presenta troppo alto e quindi potrei fare ore e ore di travaglio per poi procedere comunque con un cesareo. A quel punto mi faccio coraggio e opto per il cesareo direttamente. Torniamo quindi a casa ma di notte né io né Marito dormiamo bene.

12 Novembre 2015: alle 7 del mattino, siamo già in clinica con mia Mamma; mia Sorella e mio Papà preferiscono venire dopo con i miei Suoceri…l’ansia lì in clinica li assalirebbe troppo. Entro da sola per l’iter pre-operatorio e mi dicono che finito questo faranno entrare anche Marito. In realtà aspetto un’ora dopo tutti gli esami da sola nel pre-operatorio, con le lacrime per la paura e senza Marito con cui sfogarmi. Finalmente decidono di farlo entrare e cerca di tranquillizzarmi ma io sono terrorizzata. Arriva anche il Gine e l’Anestesista che consigliano a Marito di non assistere al parto e così l’ansia è ancora più forte; io contavo di aver Lui accanto…..
L’Anestesista mi inserisce l’ago per la spinale. Alle 10:00 circa entro in sala operatoria; sto male, ho un calo di pressione dovuto alla paura e sono costretti ad aspettare qualche minuto che mi riprendo. Finalmente comincia l’intervento (perché di questo si tratta) e il terrore aumenta…io piango e stringo fortissimo (troppo forte!!) la mano della povera Anestesista.
Non sento dolore ma sento la pressione che devono fare perché Miracolino è troppo alto. Mi manca il respiro e l’unica cosa che non mi fa davvero scoppiare a piangere come una stupida bambina è che sto facendo tutto questo per Lui. Nell’agitazione sento il mio Gine con l’altro Dottore che parlottano tra di loro ma non riesco a capire nulla; poi a un certo punto sento del liquido, molto liquido che esce da sotto e penso “è un’emorragia, sto morendo”….ok sono sempre la solita esagerata ma davvero non capivo nulla.
A un certo punto l’Anestesista mi dice “tra poco conoscerai tuo figlio” e quindi sento il suo primo pianto. Sono le 10:45….e lì le lacrime di terrore di trasformano in lacrime di emozione. Abbiamo anche il primo contatto, troppo breve per i miei gusti ma mi basta per farmi capire l’Amore infinito di una Madre per un Figlio. Mentre mi ricuciono portano Miracolino da Marito, che mi confessa poi di aver pianto appena l’ha visto….
Miracolino pesa 3,200 kg ed è lungo 51 cm.

Dopo aver finito mi tengono in osservazione per un paio d’ore in rianimazione dove mi arriva anche tutto il resto della famiglia. Ma a me interessa solo tornare in camera e farmi portare mio Figlio. Il tempo sembra non passare mai e quando saliamo e riesco a stingere tra le braccia il mio Miracolino tutto il resto passa.

I giorni della degenza sono stati lunghi e scriverò un altro post anche sulla mia compagna di stanza..perché mica potevo essere fortunata e averne una tranquilla….no naturalmente!!! E poi vi parlerò anche di questi primi giorni di vita da Mamma. 

Spero di riuscire a ripassare presto!

 

Annunci

30 thoughts on “12/11/2015: sono nato!

  1. Ti ho pensata spesso in questi giorni, volevo scriverti,ma allo stesso tempo non volevo disturbarti in questi primi giorni.
    Ti meriti tutte le emozioni del mondo e tutta la felicità possibile. Miracolino è lì con voi finalmente!
    Un bacio grande a te e al neo papà!

    Mi piace

  2. Sono contenta che tu e il bimbo stiate bene, ma non posso fare a memo di rammaricarmi per il tipo di nascita che avete scelto. Il “bambino era troppo alto” non so può sentire, per forza era alto…non aveva ancora deciso di nascere. Da precesarizzata, ora che ho vissuto il mio magnifico vbac, so quello che vi siete persi, anche se ora non lo capisci. Io non lo capivo, ero addirittura grata ai medici perché la mia bimba stava bene. Pensavo: “che importa da che parte é uscita?”. La malinconia che ne é seguita, le difficoltà nell’allattamento, lo sfinimento…pensavo fossero normali. Poi ho partorito, e mi sono riappropriata del mio corpo e della sua forza, regalando a mia figlia una nascita priva di violenza. Non capisco poi perché separarvi per due ore, anche con il cesareo le linee guida consigliano il contatto immediato e la suzione precoce…questo non può aver giovato all’avvio dell’allattamento.
    Mah, francamente sono perplessa da come è stato gestito tutto, a cominciare dal perché questa insistenza sull’anticipare i tempi: tu avevi già qualche podromo, il bimbo non era certo un colosso…si sarebbe potuto aspettare che fosse lui a mandare i segnali giusti. Per il puerperio, l’allattamento e aiuto generale in caso ti servisse ti consiglio il forum “partonaturale”, che, a dispetto del nome, non tratta solo di parti. Tanti auguri. Tati

    Mi piace

    1. Grazie Tati! Sull’allontanamento precoce hai ragione, sul resto no. Forse non ricordi che io DOVEVO partorire con parto programmato. Facendo eparina non potevo rischiare assolutamente di arrivare a partorire naturalmente perché avrei rischiato una grave emorragia che ovviamente non era ciò che volevamo. E’ stata la scelta giusta come abbiamo deciso insieme con il mio super Gine perché se c’è anche solo un minimo rischio per la salute di una mamma o di un bimbo poco importa. Personalmente non mi pento del cesareo in sé vista la necessità quanto del fatto di averlo vissuto male e con ansia….se avessi avuto più sangue freddo m sarei goduta meglio il momento!

      Mi piace

    2. Scusami Tati, io non ti conosco ma un commento cosi’ mi sembra proprio inappropriato al momento. Non si tratta di una persosa che deve pendere una decisione e tu vuoi darle una mano con la tua esperienza, la scelta e’ stata fatta e giusta o sbagliata che fosse, non si puo’ tornare indietro, per cui a cosa serve dire che e’ stato un errore (senza neppure sapere le condizioni mediche)? Soprattutto ad una mamma che ha appena partorito e magari e’ piu’ fragile o piu’ facile al senso di colpa. Se volevi dare un aiuto per il prossimo figlio, potevi aspettare qualche mese almeno!

      Liked by 2 people

  3. Ciao, ti ho seguito in silenzio dall’inizio della tua gravidanza ma oggi ci tengo molto a farti i miei auguri più sinceri per la nascita di tuo figlio. Io ho un nanetto di un’anno nato anche lui per cesareo (ahimè) perché per problemi miei dovuti ad un grave incidente stradale sofferto qualche anno fa non ho il nervo che permette di spingere per partorire naturalmente. Per questo ti posso dire per propria esperienza di non farti aspaventare da nessuno: ogni mamma e ogni bimbo è a sé. Io ho avuto la montata lattea il secondo giorno, l’ho allattato solo col mio latte fino a sei mesi (momento in cui ha cominciato ad assaggiare il nostro cibo) e continuo ancora ad allattarlo la notte. Ho avuto un post partum dolcissimo, senza neanche troppo dolore ai punti, senza baby blues e lo ricordo come uno dei periodi più felici della mia vita. Quindi tu saprai benissimo cosa fa bene a te e a tuo figlio. Solo tu lo saprai. In bocca al lupo per tutto e buona vita. Claudia

    Liked by 1 persona

  4. Tesoro!!!! Ma è già nato!! Auguroni e congratulazioni… Benvenuto Miracolino!!!!! Come sai (e come d’ora in avanti capirai ihihih) faccio fatica a stare dietro sia al mio blog che a quelli che seguo di solito, il tempo non basta mai! Ma va bene così! Spero che riuscirai a far avere presto tue notizie e a raccontare com’è la tua vita da mamma! Un bacione grande

    Mi piace

    1. Cara!!! Che bello leggerti!!! Ho visto la tua poca presenza sia sul tuo blog che in giro sugli altri e mi dispiace perché adoro il tuo modo di scrivere ma capisco!!! A breve il post sulle prime giornate da mamma….ovviamente MIracolino permettendo”

      Mi piace

  5. Che emozione!
    Ti ho pensata in questi giorni, nonostante anche per me sia un periodo di super emozioni, e non vedevo l’ora di leggere queste parole. E’ andato tutto bene e questa é l’unica cosa che conta. Tutto il resto é aria.
    Benvenuta mamma! Benvenuto Miracolino!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...