Un anno fa

Un anno fa esatto andavamo a fare l’ennesimo transfer…quello che però si rivelò essere giusto. Non posso fare a meno di pensare alle emozioni di quel giorno, alla paura che ancora una volta sarebbe stato un buco nell’acqua. E poi le sensazioni dei giorni seguenti…

Oggi guardo Miracolino e quei giorni mi sembrano quasi inesistenti, come capitati ad un’altra. Non dico che la sofferenza per le due biochimiche in primis, ma anche per tutti i negativi venga dimenticata, perché direi una stupidaggine, però si vede tutto con occhio diverso quando accanto a te hai il tuo Miracolo.

Questi giorni sono, però, molto difficili per me.
Miracolino, dopo essere stato raffreddato e aver avuto pure un giorno di febbre, adesso da 3 giorni ha diarrea; abbiamo fatto analizzare urine e feci per vedere se c’è qualche infezione in corso e ovviamente devo allattarlo ancora più spesso per evitare disidratazione, con il risultato che la notte siamo di nuovo a sveglie ogni 2-3 ore. 
Lui, ovviamente, è particolarmente lamentoso e voglioso di coccole, come è normale che sia, ma la stanchezza si fa sentire, soprattutto perché Marito manca tutto il giorno e quindi per forza di cose sono io che devo badare a tutto. La mia paura è che finiremo con il doverlo ricoverare….lo so che vado troppo avanti nelle cose e le vedo in maniera eccessivamente drammatica ma Lui è così piccolo ed io così ipocondriaca che il risultato è questo.

Con i suoceri le cose stanno precipitando, soprattutto perché anche mio suocero adesso sta esagerando…lui che era un po’ il mio “mito” perché stava sempre al suo posto e metteva in riga la moglie quando andava oltre. Adesso, invece, anche lui pretende di dirmi cosa fare con Miracolino, per non parlare del fatto che lo vorrebbero di più con loro e non mancano occasioni per fare battute al riguardo.

Infine, mia mamma ha fatto l’intervento ginecologico che doveva fare: è andato tutto bene, ma ha beccato una bronchite che ancora si trascina dietro e che ci ha fatto preoccupare. Ancora adesso è a riposo sia per via dell’intervento sia della bronchite (evita di prendere colpi d’aria) e io sono qui a km e km senza poterle stare vicino e farle godere il nipotino come merita.

Scoppio a piangere ogni giorni quando sono sola a casa, perché vorrei tornare per un po’ in Italia ma al momento non è fattibile…mi sento tremendamente sola e Marito non capisce le mie esigenze che io comunque non esprimo a parole…..e questi giorni in cui dovrei “festeggiare” l’anniversario del grande giorno, mi ritrovo con una tristezza addosso che non riesco ad allontanare.

Annunci

2 thoughts on “Un anno fa

  1. Ciao Diventeromamma, ti capisco benissimo. Tutto ciò che ti capita è normale, fare la mamma ha dei momenti duri, che ti mettono alla prova. Anch’io ho la famiglia lontana, anche per me ci sono stati, e ci sono tuttora, dei momenti in cui mi sembra di non farcela con tutto. A me è capitato di non stare bene io, e dover badare al bimbo quando tu non stai bene è davvero dura; io un compagno d’oro, ma anche lui lavora tante ore, e molte volte mi ritrovo da sola a gestire il piccolino, con i suoi bisogni, le sue routine.. Ci va tanta forza!! Queste non sono lamentele, sono le mie (nostre, credo) realtà. Ma passerà, come tutto. Tua mamma si rimetterà ed il piccolo anche, e tu sarai soddisfatta e fiera di te, perché ce l’avrai fatta, e pure bene! Avanti tutta.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...