Diastasi dei retti addominali

Ammetto che non avevo idea che esistesse questo “problema”. La prima volta ne ho sentito parlare nel gruppo workout che frequento su Facebook e ovviamente sono entrata in paranoia perché la mia pancia dalla prima gravidanza non è mai tornata piatta…ma diciamo la verità non ho mai avuto una pancia piatta.
Poi, lì nel gruppo non appena vedevano un accenno di pancia in una neo-mamma (fosse anche dopo 15 giorni dal parto) immediatamente scattava il “ma ti sei fatta controllare? Secondo me è una diastasi!”.
Ho letto, mi sono informata e ho cercato video per fare l’autodiagnosi; ne ho anche parlato con Marito visto che è medico ma alla fine abbiamo accertato che non ho diastasi addominale.
Ora che sono alla seconda gravidanza, mi sto informando sui modi per prevenirla se possibile.

Ma prima di tutto vediamo di cosa si tratta: la diastasi addominale è la separazione dei retti addominali, che sono tra i principali muscoli dell’addome anteriore. I due muscoli sono separati dalla linea alba costituita da tessuto connettivale.
In gravidanza può verificarsi a causa della pressione esercitata dall’utero, nonché dal cambiamento ormonale che porta l’assottigliamento del tessuto connettivale.

Solitamente entro 8 settimane dal parto, la distasi addominale si risolve spontaneamente; se ciò non dovesse accadere è bene consultare il medico che nei casi più “gravi” ricorrerà a un intervento chirurgico.
La diastasi addominali non è solo un problema di natura estetica (la pancia rimane piuttosto prominente anche dopo il parto), ma può provocare anche ernie.

Fermo restando che non sono medico e l’averne sposato uno non mi rende in grado di dare consigli medici a voi, vi riporto le informazioni che ho ottenuto sui metodi per poter prevenire la diastasi. Io sono comunque convinta che ci voglia pure una buona dose di fortuna e che se ha da venire verrà, ma almeno mettiamoci i mezzi, per quanto possibile, per evitarla!

  1. Migliorare la postura sia in piedi che da sedute. Questa è una cosa che dovremmo imparare a priori (se non siete già brave a farlo!!!). Ovviamente vale la regola di stare dritte con la schiena in entrambe le posizioni e non incurvate.
    Personalmente ci sto lavorando su, anche se purtroppo ho da sempre la tendenza a ingobbirmi un po’ se non sto concentrata sulla postura!
  2. Evitare addominali classici come crunch, plank, obliqui o sit-up. Sono tutti esercizi che vanno a forzare troppo la zona “incriminata”. Personalmente evito a priori di fare addominali, seguendo anche il consiglio del mio Gine!
  3. Non sollevare oggetti pesanti/non tenere oggetti pesanti in braccio. E qui casca l’asino…perché se hai un altro figlio ancora piccolo, questa è un’accortezza che difficilmente riuscirai a evitare! Sebbene cerco di tenere M 1.0 a terra il più possibile, forte del fatto che ormai cammina e vuole la sua “indipendenza”, sono comunque costretta a prenderlo in braccio quando vuole nonché a sollevarlo per toglierlo/metterlo su seggiolone o fasciatoio. Pare che comunque l’ideale sarebbe sollevare “il peso” accucciandosi e non abbassando solo il busto e espirare quando lo si solleva. Io ci provo!

 

Spero che queste mie piccole informazioni possano essere utili!

P:S. : le informazioni le ho trovate su internet. So che la rete non è il Verbo ma ho confrontato diversi siti prima di racchiudere il tutto nel post. In caso di inesattezze, sarò ben lieta di correggerle!

 

Annunci

4 thoughts on “Diastasi dei retti addominali

  1. Anche io ne ho sentito parlare di recente e devo dire che mi sono un po’ spaventata. Di certe cose non si parla mai, chissà perché.
    Io non sono mamma e non lo sarò a breve, ma mi salvo questo tuo approfondimento perché…non si sa mai 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...